sabato 13 maggio 2017

Un viaggio a L'Havana... un anno dopo

Erano i primi di giugno dello scorso anno quando Moda in Turin incontrava per la prima volta Massiel, lo spirito creativo di TorinoHavana.





Quello che ci colpì fu il sorriso e la determinazione di questa ragazza che si era portata dietro il sole della sua terra, e riproponeva questo stile di vita allegro, caldo e solare attraverso i suoi costumi.
Costumi, diciamo subito, che non sono proprio per tutti i fisici, ma che fanno sognare... eccome!

Ad un anno di distanza, ecco quello che Massiel ha da raccontarci:

Massiel, cosa è successo dopo la Torino Fashion Week?

Dopo la TFW ho vissuto un anno pienissimo di impegni: a quelli che già avevo ho potuto affiancare molte altre collaborazioni e molte altre opportunità di ampliare il bacino dei miei estimatori, a cominciare dall'esperienza elettrizzante della Milano Fashion Week a settembre


A Milano ho portato la stessa collezione che sfilò a Torino, leggermente arricchita: ha portato bene!

TorinoHavana è piaciuta?

Sì, molto, dalla MFW ho avuto contatti con clienti privati, ma anche con operatori del settore di Taormina e Ibiza, per cui le prossime sfilate di TH saranno là: sole e mare mi mancano tanto, ed avrò l'opportunità di presentare i miei costumi in luoghi davvero favolosi.

Il core business di TH è quindi il costume?

Sì, ma fino ad un certo punto. I miei clienti apprezzano il mio stile eclettico, o il mio modo di lavorare, se vogliamo, e mi chiedono anche abiti da indossare in momenti particolari, come un evento importante o un matrimonio.





Senti Massiel, non resisto: su Facebook ti ho vista arrampicata in maniera spettacolare su un palo della pole dance... capisco che tu sia giovane e piena di energie, ma anche questa passione da dove arriva?

Ah, questa passione ce l'ho da un po', un bel po'! (sorriso enorme): mi piace tanto, ti scarica, ti dà disciplina, ti cambia il corpo, ogni settimana incontro le mie amiche di pole e ogni settimana faccio esercizi a volte molto faticosi ma di grande soddisfazione.
Poi devo aggiungere che il mondo della pole e dello sport in generale lo conosco anche come stilista: da anni ormai produco i costumi per la Pole Dance e in genere per le atlete che me li richiedono.

Davvero? come si fa un costume da pole dance? che materiali usi?

Una delle mie grandi collaborazioni è quella con Valeria Bonalume, una grande performer italiana che si è esibita con i miei costumi a "Ballando con le Stelle" e a "Chiambretti Supermarket"; ormai preparo i suoi costumi da più di 7 anni... studiamo insieme il modello a cui Valeria vorrebbe arrivare e man mano nasce una nuova creazione.
I tessuti sono fondamentalmente il jersey, la rete elasticizzata, molte applicazioni in Swarovski... è un lavoro molto tecnico, ma insieme creativo e divertente.


Ah!, e poi creo costumi per il teatro...

Sono basita, come fai?
La tua linea, i clienti privati, la pole, il teatro...

... infatti mi spiace ma quest'anno non sarò alla Torino Fashion Week: la collezione non è ancora pronta, non come la voglio io.
La presenterò più avanti, probabilmente dopo l'estate, ora ho troppe cose che mi aspettano: ai primi di giugno sfilerò a Taormina, alla fine ad Ibiza, ma in mezzo verrò di sicuro a dare un'occhiata alla TFW ed agli amici che sfileranno!


ps: ho salutato Massiel e mi sono rituffata nella pioggia che da giorni bagnava Torino... capisco che le manchino il sole e il mare della sua Cuba!

Nessun commento:

Posta un commento